giovedì 13 marzo 2014

Welcome to my world: Cecilia K


Oggi abbiamo ospiti! 

Vi presento Cecilia K, blogger di www.calligraphando.com, prima ospite della nuova rubrica, Welcome to my world [un premio speciale a chi individua per primo la citazione musicale ;-)] 
Sarà uno spazio per chiacchierare con le blogger che seguo e che apprezzo per le cose che sanno fare, per quello che hanno da dire e per la personalità che rivelano dai loro blog. 

Ho conosciuto Cecilia al Blog Lab e mi ha subito conquistata per due motivi: la sua passione e competenza per la calligrafia, a cui mi sto interessando, e la sua capacità di trasmettere entusiasmo e positività. Sapete quelle persone che in un gruppo sanno mettere armonia, partecipano con naturalezza ai discorsi, si interessano alle persone in modo accogliente e arricchiscono il gruppo?  Cecilia è una di loro!

Ma facciamola accomodare, lasciamo che si presenti.

Ciao Cecilia, come nasce il tuo blog www.calligraphando.com? [magari lo conoscete con il nome ckmystyle.blogspot.it, l'indirizzo che aveva fino a poco tempo fa].
Il mio blog è nato a fine Agosto 2012 un po' per caso, come molti blog che conosco. Era uno spazio per condividere la mia passione per la creatività ed il riuso creativo, le notizie legate ad uno stile di vita più sano e rispettoso. Mentre mi orientavo nell'immenso mondo dei blog ho scoperto una rete di donne fantastiche sparse in tutta Italia e fuori. Le esperienze con cui venivo in contatto mi hanno fatto arrivare a dare al mio blog il taglio che ha oggi, parlando di un mio amore di sempre: la calligrafia. Che sta diventando più di una passione. Tanto è vero che recentemente il blog ckmystyle è diventato www.calligraphando.com. Dove rimane il mio stile, ma si parla soprattutto di calligrafia, un'arte favolosa.

Presentati in un tweet.
Classe 1967, una laurea in lingue straniere, un compagno, due gatte pasticcione, poco tempo e tanti sogni, sempre di fretta e sempre con le dita sporche di inchiostro!
{escludendo gli spazi, ho usato esattamente 140 caratteri!}


La calligrafia: cosa ti ha fatto innamorare di questa disciplina? Quali sono gli aspetti della calligrafia che le persone conoscono poco o non si aspettano?
Cosa mi ha fatto innamorare della calligrafia... sicuramente il fatto che a me venisse naturale scrivere bene e che fossi attratta dai caratteri calligrafici, mi piaceva moltissimo guardare come erano fatti. Nel tempo poi ho iniziato a studiarla, a esercitare diverse forme di calligrafia. Internet ha sicuramente aperto l'accesso a infinite risorse anche nel campo calligrafico, ma l'incontro con i calligrafi e vedere dal vivo come realizzano le loro opere rimane un must che non può essere paragonato ad un video o da un tutorial. 
L'aspetto terapeutico dell'arte della calligrafia è certamente quello meno conosciuto dalle persone. Esercitare la calligrafia è un modo per combattere l'ansia perché ti costringe a pensare a quello che stai facendo, ti impedisce di “pensare” troppo e vuota la mente. L'aspetto meditativo va a braccetto con questo concetto di pensare al “qui e ora”. E praticando la calligrafia hai il piacere di creare qualcosa di artistico che si concretizza davanti ai tuoi occhi, perciò ha anche un'implicazione nell'aiutare la crescita dell'autostima e delle proprie capacità creative.


Perché secondo te, in un’epoca in cui la grafica su pc può creare qualsiasi effetto con un numero infinito di font, molte persone tornano ad apprezzare il valore di un testo scritto a mano e ad affrontare un percorso di apprendimento lungo?
Come la stampa è nata dalla scrittura a mano, anche l'arte del lettering e i font nascono tutti da bozzetti fatti a mano e poi trasferiti in digitale. 
Sapevi per esempio che il famoso font Helvetica che tutti conosciamo è stato commissionato da una tipografia svizzera ad un disegnatore di nome Max Miedinger {http://it.wikipedia.org/wiki/Max_Miedinger}. Come vedi, ogni font digitale deriva da una creazione umana. La calligrafia e le arti dei disegnatori non sono mai scomparsi,ma l'avvento dei computers ha relegato la calligrafia a opere di nicchia.
Il ritorno alla calligrafia è ancora legato alla passione delle persone per la bella scrittura. Molto stanno facendo le mode nate negli Stati Uniti di avere caratteri in stile “handwriting” per realizzare poster o scritte. E ben vengano anche le mode se ci fanno riscoprire il piacere di scrivere!

 Una persona come me, che non ha mai avuto particolare talento per il disegno e la grafica, può aspettarsi di avere dei risultati nella pratica della calligrafia con un esercizio costante e paziente? Possiamo valorizzare con l’esercizio la nostra naturale scrittura?
Assolutamente SI! 
La calligrafia {kalòs graphia, dal greco, letteralmente bella scrittura} si ottiene con la pratica! Non serve un particolare talento, anche se ovviamente chi è portto per le arti grafiche è avvantaggiato, serve la costanza dell'esercizio. Fare pratica ed usare gli strumenti giusti è il segreto per ottenere risultati in questa arte. E spesso la cosa più bella è imparare la tecnica per poi rompere le regole, portando la tecnica nella nostra scrittura quotidiana, applicandola al nostro stile di scrittura. Perché non tutti possiamo essere calligrafi professionisti come Alessandra Barocco, Francesca Biasetton o Luca Barcellona!

Il tuo stile calligrafico preferito.
Sicuramente il Corsivo Inglese. E' quello che sento più vicino al mio naturale modo di scrivere. Ma poi ci sono tutte le influenze moderne del handwriting anglosassone di cui parlavo prima.


Regalaci una foto del lavoro fatto da te di cui sei più orgogliosa.
Forse per la frase che ho scritto ed il significato che ha per me, ma quella di cui vado più fiera è questa:  




 Regalaci un tutorial dal tuo sito.
E' un tutorial molto semplice che è uscito quando ho iniziato la mia serie di monogrammi floreali da scaricre e stampre, lo trovate qui http://www.calligraphando.com/2014/02/how-to-embellish-a-letter.html
Si tratta di semplici ispirazioni per abbellire una iniziale, può essere l'iniziale della persona alla quale facciamo un regalo che vogliamo accompagnare con un biglietto scritto da noi, per esempio. Oppure per preparare, come spiego nell'articolo, delle etichette per le nostre conserve. Insomma, gli usi della calligrafia creativa nella vita quotidiana sono infiniti!
Seguiranno altri tutorial sulla calligrafia creativa nelle prossime settimane, uno dei primi che voglio preparare è sull'ombreggiatura delle nostre scritte. Vi invito a seguirmi via email o socials, li trovate sul mio sito.

 In campo calligrafico chi sono i tuoi artisti preferiti, o i tuoi modelli di riferimento?
Sono entrambi italiani e li ho citati in precedenza, una donna ed un uomo, ognuno con uno stile che mi incanta: Francesca Biasetton {www.biasetton.com} e Luca Barcellona {www.lucabarcellona.com}. Francesca Biasetton ha una calligrafia freschissima e naturale. Luca Barcellona è invece il mio punto di riferimento per le scritte tipo lettering.

Non vi è venuta voglia di prendere pennino e inchiostro? A me sì!
Grazie, Cecilia, e una carezza alle due micie!


13 commenti:

  1. <3 grazie!!! è un vero onore essere ospite da te e un piacere essere la prima :)
    un abbraccio
    Cecilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho ricevuto i complimenti da tante persone per la mia ospite e per le cose che ci hai raccontato! grazie ancora!

      Elimina
  2. Per prima cosa, un dovuto riferimento culturale: http://youtu.be/_OSbtPdY8e4

    Qualche tempo fa avevo letto un bel libro, "Just my type", di Simon Garfield: è una collezione di "storie", racconti, sui font più famosi, usati e a volte pure bistrattati (come il Comic Sans e il movimento che vuole bandirlo). Molto interessante e divertente.
    A me la voglia di riprendere in mano il pennino e l'inchiostro l'avete fatta venire, ora cerco cosa c'è di calligrafico nei dintorni di Milano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora, qui prima di tutto ci vuole un premio per aver svelato la citazione!! proporrei un pennino e un inchiostro. Secondo, leggerò quel libro perchè mi incuriosisce da morire. Ultimo, se trovi un corso fallo, io mi sto mettendo alla prova con la pazienza, la concentrazione e la presenza "qui e ora" quando ho il pennino in mano e rischio di fare solo delle zampe di gallina

      Elimina
  3. Pensa che io sono talmente immersa nei cartoni animati che avrei detto che l'autore della tua citazione era Buck (la donnola dell'era glaciale 3). La tua intervista è fantastica e Cecilia è contagiosissima (e bravissima!)... che "acquolina"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah, vedi che c'è sempre da imparare? io per esempio non conoscevo Buck e mi è già simpatica! :-)

      Elimina
  4. Tra i tanti regali del Blog Lab ci siete voi due...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! Il Blog Lab è stato un grande regalo <3

      Elimina
  5. Bellissima la domanda "presentati in un tweet", molto originale!! ;)
    brave entrambe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Ilaria! Piccole blogger crescono!

      Elimina
  6. Che piacere conoscervi un po' di più! Momento molto piacevole. Anche io adoro Cecilia ;)

    RispondiElimina
  7. Cecilia è un personaggio davvero speciale! È bello ritrovare qui l atmosfera del corso!

    RispondiElimina