martedì 6 maggio 2014

L'addio al carboidrato





Sono state settimane un po' agitate a causa di una situazione lavorativa al limite che è degenerata.

In più i lavori a casa di Paolo, il trasloco imminente, noi che cerchiamo di organizzarci tra incursioni all'Ikea a Leroy Merlin e sessioni di ordine negli armadi di Paolo (ah, gli armadi dell'uomo etero...).  
Ma non ho voglia di annoiarvi e annoiarmi con i dettagli di queste vicende.

Questa settimana è iniziato un severo esercizio di volontà e disciplina interiore. 
Non toccherò carboidrati nè zuccheri, ho varie intolleranze a glutine, lievito e latticini che in primavera si sommano alle allergie di stagione e mi rendono la vita un po' difficile.
Sentendomi sempre più somigliante all'Omino Michelin ho capito che era arrivato il momento tanto temuto e rimandato di dire basta a carboidrati (con glutine), zuccheri e latticini per un po'. 

I primi giorni sono terribili, da "Fuga dal rehab"; poi subentra una pace interiore, un senso di leggerezza e di assottigliamento del giro vita, e la parola "pizza" non mi fa più venire i sudori freddi. Ora mi trovo nei giorni terribili, girate al largo!

Domenica sera sera mi sono goduta la mia cena di addio al carboidrato: pizza, birra e tiramisu', che completavano una giornata partita con cappuccino e croissant e proseguita a pranzo con un un piatto di pasta come si deve.
Diciamo che non volevo partire con dei rimpianti, volevo una cena memorabile.

Quello che mi chiedo è perchè il mio corpo brami quegli alimenti che gli fanno male. 
Ho letto opinioni di medicina olistica secondo cui il corpo si autoregola, chiede gli alimenti di cui ha bisogno e rifiuta quello che gli fa male; il mio probabilmente è votato al masochismo o all'autodistruzione pechè vorrebbe solo latticini, carboidrati, pizza, dolci. 
No verdure crude, no carne, poche proteine.

E voi, quanto siete disciplinate nell'alimentazione? 


12 commenti:

  1. Oh, come ti capisco! Tieni duro! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo giorno e ancora nessuno sgarro!! ce la posso fare :-) Un bacio

      Elimina
  2. Ti capisco benissimo, anche il mio corpo manda messaggi che vertono inequivocabilmente all'autodistruzione. :D
    Questo è unito al fatto, ormai chiaro, che quando distribuivano volontà e disciplina io ero per sbaglio a ripetere la file per le tette.

    Quindi ti ammiro davvero per questo regime di disintossicazione! Coraggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehm...mi sa che anche io ho saltato la distribuzione della costanza e della disciplina...vediamo se questa è la volta buona! baci

      Elimina
  3. No vabbè, ma tu sei da premio Nobel! Io dovei farlo, dovrei... ma forse sentire te così motivata e decisa mi fa venire voglia di provarci! Ti farò sapere se il mio corpo riesce a sopportare qualche giorno di sole proteine ;-) intanto noi facciamo tutte il tifo per te!!

    RispondiElimina
  4. Allora i nostri corpi possono darsi la mano, il mio adora tutto ciò che gli fa male !!! Facci sapere come prosegue la dieta così magari ci invogli :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo! oggi è il quarto giorno e mi sento di dire "Poteva andare peggio". Posso farcela... un abbraccio

      Elimina
  5. :)...io faccio delle pause, con delle ricadute, poi le ricadute si rilassano e torna la necessità della pausa e il giro ricomincia! Altro giro altra corsa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...allora non sono l'unica con la volontà altalenante e la disciplina inesistente! :-)

      Elimina
  6. ti stimo! dovremmo fare una catena di sostegno come quando si va in palestra in compagnia, se altre tue amiche vanno non vorrai mica essere quella che si tira indietro? la stessa cosa si potrebbe fare con la rinuncia ai carboidrati. Monica

    RispondiElimina
  7. Io con gli addii non ci so proprio fare: con i carboidrati poi! Finisce che ci ricasco e recupero tutto quello che mi sono persa prima. Quindi ho deciso che più che addii, ogni tanto faccio un "arrivederci sommario": uno o due giorni alla settimana, ma non di fila perché sennò scendo allo stesso livello di cattivo umore di quando non bevo il caffè alla mattina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sto resistendo stoicamente ma senza troppi sacrifici perchè sto meglio. Evidentemente il mio corpo non ne poteva più delle intolleranze alimentari. Mangio proteine, frutta e verdura, riso. Niente grano, lieviti e latticini.

      Elimina